Al fianco delle donne polacche

Siamo dirigenti sindacali o semplici iscritte alla Cgil, ma siamo sopratutto donne e vogliamo evidenziare la nostra vicinanza e solidarietà alle donne polacche che in questi giorni hanno proclamato una sorta di sciopero, astenendosi dal lavoro o dalle cure domestiche. Scendendo nelle piazze e manifestando “vestite a lutto”.

Donne che stanno lottando per garantire il diritto all’interruzione di gravidanza in Polonia, dove peraltro questo strumento di civiltà è già fortemente regolato. Siamo accanto a loro nel rivendicare il diritto ad essere libere di scegliere, siamo accanto a loro perché anche in Italia questo diritto viene costantemente messo in discussione. Siamo accanto a loro perché anni di lotte non possono essere cancellate da leggi che annullano la volontà delle donne.

Ancora una volta si tenta di ridurre il diritto all’autodeterminazione delle donne e la libertà di decidere del proprio corpo. Ancora una volta le donne sapranno difendere la propria libertà.
Le donne Cgil:

Vanda Scarpelli (Cgil Perugia), Barbara Mischianti (Cgil Umbria), Stefania Cardinali (Filcams Pg), Annalena Stocchi (Filcams Pg), Cristina Taborro (Filcams Pg), Vittoria Arcovio (Coordinamento politiche giovanili Pg) Cristina Piastrelli (Sunia Pg), Patrizia Mancini (Fp Pg), Daniela Luzzi (Fp Pg), Sonia Albanesi (Fp Pg), Donatella Renga (Fp Pg), Dorotea Verducci (Fp Pg), Paola scaramazza (Fp Pg), Adelaide Stasi (Fp Pg), Marta Bertoldi (Fp Pg), Sofia Gonourys (coordinamento immigrati Pg), Patrizia Venturini (Spi Pg), Franca Gasparri (Spi Pg), Ubaldina Santinelli (Spi Pg), Isabella Caporaletti (Fisac Pg), Cinzia Abramo (Flc Pg)

 

Comunicati stampa, News cgil Perugia, News CGIL Umbria