Capodanno con sorpresa sulle dichiarazioni Red

L’anno è appena iniziato, ma per circa 900mila pensionate e pensionati in tutta Italia e per diverse centinaia in Umbria, si è aperto già un caso di “cattiva burocrazia” che è motivo di allarme e preoccupazione. Nella giornata del 3 gennaio decine di persone si sono presentate agli uffici della Cgil dell’Umbria dopo aver ricevuto dall’Inps delle lettere in cui l’istituto comunicava il mancato recepimento della dichiarazione Red del 2011 (relativa ai redditi 2010).

Si tratta di una situazione che, come si può facilmente capire, genera grande preoccupazione nei cittadini coinvolti. Anche perché in alcuni casi la comunicazione dell’Inps non corrisponde a verità, nel senso che il Red richiesto risulta inviato dai Caaf.

La Cgil, attraverso i suoi servizi e con l’assistenza del suo sindacato pensionati, vuole tranquillizzare le persone coinvolte. Infatti, l’Inps metterà a disposizione dei Caaf le procedure di correzione dei Red errati, dando tempo fino al 28 febbraio 2013. Le pensionati e i pensionati potranno quindi rivolgersi agli uffici delle Camere del lavoro presenti su tutto il territorio regionale e in particolare ai Caaf, per sistemare la loro situazione.

 

 

Perugia, 4 gennaio 2013
 
Cgil Umbria
Inca Umbria
Spi Cgil Umbria
Caaf Umbria
Comunicati stampa, News CGIL Umbria, News Servizi