Ferie in scadenza, ma molti lavoratori non lo sanno

Oggi, lunedì 30 giugno 2014, scade il periodo previsto dalla legge per il godimento delle ferie residue del 2012 (in tutto quattro settimane) per migliaia di lavoratrici e lavoratori dell’Umbria. Ma molti di questi, secondo l’ufficio vertenze della Filcams Cgil di Perugia, non hanno in realtà ancora goduto le ferie spettanti.

“Le ferie – spiega Francesco Cirlincione, dell’ufficio vertenze – rappresentano un diritto irrinunciabile ed irriducibile che il decreto legislativo 66 del 29/04/2003 fissa in quattro settimane l’anno (quale minimo legale). Tale periodo – aggiunge Cirlincione – non può in alcun modo essere monetizzato se non al termine del rapporto di lavoro”.

L’ufficio legale della Filcams spiega che le prime due settimane delle quattro spettanti devono essere godute entro l’anno di maturazione e, su richiesta del lavoratore, possono essere fruite ininterrottamente. Le altre due settimane vanno invece fruite (anche queste ininterrottamente se richiesto) entro e non oltre 18 mesi dalla fine dell’anno di maturazione (di qui la scadenza del 30 giugno 2014 per le ferie 2012).

Dunque, ricapitolando, per il 2012 due settimane andavano fruite durante l’anno di maturazione, mentre le rimanenti due settimane entro il 30 giugno 2014. Per il 2013, due settimane entro l’anno, e le altre due entro il giugno 2015. Stesso discorso per l’anno in corso, il 2014 (ultima scadenza per la fruizione 30 giugno 2016).

Vi può essere poi un ulteriore terzo periodo di ferie, eccedente il minimo legale delle 4 settimane e derivante da contrattazione, che può essere fruito con maggiore libertà e non è soggetto al vincolo della vietata monetizzazione. In quest’ultimo caso, però, il diritto non goduto e non rivendicato, come tutti i crediti, è soggetto a prescrizione dopo 5 anni.

“Spesso non c’è sufficiente informazione tra i lavoratori, ma anche tra le aziende, rispetto al godimento di questo fondamentale diritto – conclude Cirlincione – per questo abbiamo sentito l’esigenza di fare chiarezza e di ricordare che i nostri uffici sono a disposizione di tutti per ogni chiarimento e per agevolare il rispetto del diritto dei lavoratori alle ferie, che sono strumento essenziale per il recupero delle energie psicofisiche del lavoratore”.

 

 

 

Ufficio stampa Cgil Umbria

 

Comunicati stampa, News cgil Perugia, News CGIL Umbria, Notizie Filcams