Il ricordo di Gabriele Barbarossa

“La storia della Perugina è fatta da donne e uomini che attraverso il loro impegno hanno contribuito all’emancipazione dei lavoratori, allo sviluppo della fabbrica e alla crescita della propria città. Grazie Gabriele”. Queste parole incise in una targa rappresentano il ringraziamento che la Cgil e la Flai dell’Umbria, con la partecipazione di Mauro Macchiesi, della Flai Cgil nazionale, hanno voluto consegnare oggi, 31 maggio, alla famiglia di Gabriele Barbarossa, storico sindacalista della Perugina. Una cerimonia di ricordo, nello stesso giorno della scomparsa di Luciano Lama, che ha visto partecipare moltissimi lavoratori e moltissime lavoratrici che hanno fatto la storia della fabbrica simbolo di Perugia. “Non si può guardare al futuro senza radici solide nel passato – ha detto Luca Turcheria, attuale coordinatore della Rsu Perugina – perché le situazioni di difficoltà, come quella attuale, si ripetono ed è dall’insegnamento che ci viene da figure come quella di Barbarossa che possiamo trovare la forza e la convinzione per affrontarle e superarle”.
Barbarossa è stato uno dei protagonisti della costruzione del sindacato all’interno della Perugina, a partire dagli anni ’60. Un sindacato capace di aprirsi alla città acquisendo grande forza e autorevolezza. Ma Barbarossa è stato anche il fautore dell’ingresso di una nuova generazione in fabbrica dopo l’avvento di Nestlè negli anni ’90. 
“Fa piacere che dopo 20 anni il ricordo di papà sia ancora così vivo – ha detto il figlio Daniele ricevendo la targa donata dalla Cgil – Gabriele era prima di tutto una persona equilibrata, nel lavoro, nella vita pubblica e in famiglia. Avremmo senz’altro bisogno di lui in questo momento così difficile, ma possiamo comunque contare su una memoria che è ancora molto forte”. 
 
Perugia, 31 maggio 2017
Comunicati stampa, News CGIL Umbria