Lettera aperta sulla Croce Rossa

Mancano ormai solo 18 giorni alla data di scadenza della convenzione della Croce Rossa con l’Asl2 per il servizio di trasporto sanitario, eppure né la Direzione regionale della Croce Rossa, né la Direzione Generale della Asl 2 ha risposto alle nostre richieste di interlocuzione per conoscere l’esito della gara d’appalto e soprattutto definire, in trasparenza, il futuro di circa 30 lavoratori/trici con anni di esperienza alle spalle, altamente professionalizzati ma purtroppo precari.

L’Assemblea dei lavoratori/trici della CRI indetta in data 27/08/2012 nei locali della CRI di Perugia ha evidenziato tutta l’amarezza per la mancanza di chiarezza e di interlocuzione con la direzione regionale della CRI rispetto al prossimo futuro e la grande preoccupazione che diventa angoscia per la perdita del posto di lavoro.

Al di là delle rassicurazioni da più parti ricevute nessun percorso appare, infatti, ad oggi utile a garantire l’occupazione e il mantenimento dell’attuale salario e quindi di una dignitosa qualità della vita.

Pertanto, in considerazione della necessità di non disperdere una specifica professionalità e la qualità del lavoro pubblico svolto, chiediamo con urgenza:

L’IMMEDIATA APERTURA DI UN TAVOLO DI CONFRONTO CON LA DIREZIONE REGIONALE DELLA CRI per concordare azioni a garanzia del’occupazione

UNA URGENTE RIUNIONE con la Direzione della Asl 2 per conoscere lo stato della gara d’appalto e le decisioni prese in merito.

Chiediamo inoltre alla Presidente della Giunta Regionale e all’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale ( che con attenzione aveva nei mesi scorsi accolto le nostre preoccupazioni) di vigilare e intervenire nella problematica e di mettere in campo ogni azione utile alla salvaguardia delle professionalità e dell’occupazione dei lavoratori e delle lavoratrici della Croce Rossa , che significa anche garanzia di qualità per i servizi dei cittadini.

L’assemblea all’unanimità ha condiviso le richieste e ha deciso di attivare immediatamente lo stato di agitazione e ulteriori forme di lotta se entro mercoledi 29 agosto ( in considerazione dei tempi strettissimi e della gravità della situazione) non saranno definite le date degli incontri richiesti .

Si resta in attesa di un urgente riscontro.

Perugia, 28/08/2012
FP CGIL – Vanda Scarpelli
FP CISL – Michele Belladonna
Comunicati stampa, Notizie FP