Marsciano: servono risposte sull’asilo nido comunale

Con il tredici luglio anche all’asilo nido comunale di Marsciano si concluderà un altro anno scolastico. Cosa succederà a settembre, se riaprirà i battenti e in capo a chi andrà la gestione purtroppo ancora non siamo in grado di saperlo. L’impegno assunto dall’Amministrazione con la sottoscrizione dell’accordo aziendale avvenuto in data 25 marzo 2011, tra le altre cose, prevedeva di rincontrarci a stretto giro di tempo per definire le sorti gestionali dell’asilo stesso. Cosa che puntualmente non si è verificata.

Sempre nello stesso accordo, che, è bene ricordarlo, è avvenuto a seguito di una conciliazione tra le parti avvenuta in prefettura, venivano individuate e concordate soluzioni per alcune criticità inerenti l’applicazione del contratto nazionale di lavoro. Alla data odierna, però, anche sotto questo aspetto, nonostante le ripetute richieste di incontro e sollecitazioni telefoniche, tale accordo rimane letteralmente inapplicato.

Non solo, ma come se non bastasse l’Amministrazione, in modo unilaterale, ha provveduto a modificare addirittura l’orario giornaliero di lavoro delle educatrici.

Questo atteggiamento non è più accettabile. Sia le lavoratrici che gli utenti hanno il diritto di sapere quali saranno le decisioni dell’Amministrazione affinchè ognuno possa fare le scelte che ritiene più opportune. Per quello che ci riguarda, come sindacato, faremo la nostra parte come abbiamo sempre fatto, a difesa del servizio pubblico e cercando di coniugare il più possibile i diritti dell’utenza con i diritti delle lavoratrici.
Perugia 10 giugno 2011

FP – CGIL Perugia
Il Segretario generale
Ivano Fumati
Comunicati stampa, News cgil Perugia, Notizie FP