Orvieto: il Comune continua a negare il confronto

La FP CGIL e la CISL FP hanno indetto l’Assemblea Generale del personale per mercoledi’ 22 giugno p.v..
Permane infatti lo stato di agitazione del personale nei confronti di un’amministrazione che nega il confronto e la partecipazione sui percorsi che determinano una diversa organizzazione della macchina amministrativa e, soprattutto, dei servizi erogati all’utenza.

Le O.S. riscontrano ancora una volta il mancato rispetto degli impegni assunti dal Sindaco stesso in sedi istituzionali, quali la riunione con i Capigruppo Consiliari svoltasi il 26 maggio u.s., nella quale il primo cittadino, ascoltate le argomentazioni dei sindacati, si era impegnato a convocare in tempi stretti un tavolo di concertazione e partecipazione per rilanciare le relazioni sindacali e per condividere le scelte relative al progetto di riorganizzazione adottato dalla Giunta.

Tale “Ristrutturazione funzionale ed organica” risulta essere infatti assolutamente parziale e dal profilo finanziario ed organizzativo non chiaramente definito.

L’unica cosa certa e drammaticamente evidente è che tale scelta ha determinato la perdita di n° 29 posti di lavoro di persone, prevalentemente donne, impegnate da più di un decennio nella gestione ed erogazione di servizi istituzionali al territorio e per le quali la possibilità di ricollocazione è praticamente inesistente.

Tali servizi risultano ora essere stati affidati a ditte esterne, con esborsi finanziari di cui non si conosce l’entità ma, soprattutto, con un evidente crollo qualitativo degli stessi, facilmente rilevabile dalla cittadinanza (vedi la manutenzione del verde cittadino e presso i cimiteri del territorio).

Nemmeno un’ ulteriore, ennesima nostra richiesta scritta di incontro ha trovato ascolto presso un’amministrazione evidentemente sorda, chiusa al confronto.

E’ a questo punto infatti evidentemente saltata anche l’immagine strumentale data di un sindacato che si oppone in modo ideologico e pregiudiziale a questa amministrazione ed alla riorganizzazione.

La negazione al confronto ed alla partecipazione sulle scelte adottate in questa delicatissima fase per il territorio, è stata ormai duramente denunciata anche da altri soggetti sociali importantissimi per l’orvietano, quali la stessa Confcommercio. Tale comportamento appare ancor più incomprensibile visto il concreto rischio del commissariamento dell’Ente.

La verità è che la FP CGIL e la CISL FP hanno voluto da subito assumere la piena responsabilità ed il peso, insieme al personale tutto,  di una situazione di reale ed estrema difficoltà, chiedendo semplicemente di poter fornire il proprio contributo e vedere riconosciuto il proprio ruolo istituzionale di soggetto deputato alla tutela dei diritti dei lavoratori ed alla salvaguardia della qualità e quantità dei servizi erogati alla cittadinanza.

Ecco perché abbiamo duramente condannato scelte dal contenuto puramente strumentale e di propaganda assunte da altro sindacato (leggi UIL FPL) con la sottoscrizione di accordi inconsistenti, che non hanno prodotto alcun risultato concreto ed utile per i lavoratori se non aver spaccato il fronte unitario.

Riteniamo che la delicata partita della riorganizzazione e della mobilità interna debba essere necessariamente condotta in trasparenza e senza dubbi di approcci strumentali o clientelari che invece emergono con forza.

La FP CGIL e la CISL FP ribadiscono l’opportunità e la necessità di accompagnare una vera riorganizzazione della macchina amministrativa dell’Ente con l’attivazione di un percorso trasparente, partecipato e condiviso con i soggetti/attori che sono coinvolti, quali le O.S. di rappresentanza dei lavoratori.

Sarà l’Assemblea del Personale che deciderà le azioni e le posizioni da assumere in un quadro di estrema criticità per le relazioni sindacali, nel quale è forte e sentita la necessità di ricondurre l’azione amministrativa nei confini dei principi di legittimità e trasparenza necessari e riconosciuti dallo stesso Contratto Nazionale e dalle leggi.

Terni, 16 giugno 2011

F.P. CGIL   Graziella Cetorelli
CISL F.P.    Moreno De Piccoli
Comunicati stampa, News cgil Terni, Notizie FP