Ospedale di Terni: è piena emergenza

Riduzione delle risorse, struttura fatiscente, gravi problemi finanziari, forte carenza di personale, mancata informatizzazione e problemi logistico-strutturali gravissimi. E’ lungo l’elenco di mali di cui soffre l’ospedale Santa Maria di Terni secondo la Fp-Cgil che parla di una struttura in “piena emergenza”. Durante l’assemblea dei lavoratori che si è svolta lunedì è stato approvato un ordine del giorno dal quale emerge “preoccupazione e indignazione” per l’attuale situazione dell’ospedale. Il passo successivo, dopo l’impietosa disamina, è l’appello alle istituzioni regionali: “Non sono più rinviabili – è scritto nel documento – scelte politiche che diano risposte immediate in termini di assunzione di personale”.

Da tempo infatti, secondo la Cgil, “viene perpetrata un’incessante riduzione di risorse che ha portato ad uno scadimento della qualità delle cure e dell’assistenza sanitaria”. Sul banco degli imputati la “forte carenza di personale” che porta “ad una conseguente e pesante riduzione dei posti letto disponibili”. Ottanta, secondo il sindacato, le unità mancanti “solo sul versante infermieristico senza contare le carenze croniche delle altre professioni e della dirigenza medica e sanitaria”. Tutti problemi “che riducono ulteriormente e pesantemente l’efficacia dell’azione sanitaria quotidiana”.

“E’ indispensabile – si dice infine nell’ordine del giorno – un impegno chiaro sia dell’azienda ospedaliera di Terni che della Regione Umbria finalizzato a sottoscrivere protocolli che confermino, ora e per il futuro, le necessarie risorse per garantire i livelli essenziali di assistenza, la ricerca e lo sviluppo, la formazione e la crescita del personale”.

Comunicati stampa, News cgil Terni, Notizie FP