Perugina: uno su due vota Cgil

La Cgil si conferma nettamente il primo sindacato all’interno della Perugina Nestlè di San Sisto. Con oltre il 51% dei consensi, la Flai Cgil elegge infatti 11 dei 21 rappresentanti in seno alla Rsu di quella che è la principale fabbrica alimentare dell’Umbria e la più grande in assoluto nella provincia di Perugia. Da sottolineare anche l’alta partecipazione al voto, con oltre l’80% degli aventi diritti che si sono recati alle urne.

Nel dettaglio alla Flai Cgil sono andati 464 voti, contro i 242 della Fai Cisl e i 203 della Uila Uil. Significativo anche il risultato conseguito tra gli stagionali, dove la Cgil ha ottenuto 123 voti su 220 votanti, pari al 56%.

“E’ stata una straordinaria affermazione della squadra Cgil – sottolinea Sara Palazzoli, segretaria generale della Flai Cgil dell’Umbria – per la quale voglio ringraziare di cuore tutte le candidate e tutti i candidati che hanno lavorato, davvero in maniera corale e unita, per la Cgil. Il risultato ottenuto è un premio che gratifica tutte e tutti”. Oltre a questo, la segretaria della Flai sottolinea come il risultato così importante sia anche “conseguenza della coerenza e delle scelte della Cgil, dettate sempre, in primo luogo, dal rispetto del principio di solidarietà tra i lavoratori, che, anche in questo momento di grave difficoltà, è prevalso su individualismi e divisioni. Per questo – conclude Palazzoli – ringraziamo le lavoratrici e i lavoratori della Perugina, che hanno dimostrato, ancora una volta, di essere uniti, dallo stagionale al full time. Un’unità che da sempre è la forza della Perugina”.

“Questo straordinario risultato dà continuità ai successi della Cgil in Umbria – commenta Mario Bravi, segretario generale della Cgil regionale – dopo la netta affermazione in Umbria mobilità, la netta affermazione in Perugina è una dimostrazione ulteriore della fiducia riposta dalle lavoratrici e dai lavoratori nella nostra organizzazione, che si conferma di gran lunga la più rappresentativa anche nella nostra regione”.

 

 21 dicembre 2012
Ufficio stampa Cgil Umbria
Comunicati stampa, News CGIL Umbria, Notizie Flai