Perugina: vince ancora la Cgil

“Un successo pieno del sindacato e un grande risultato per la Flai, per la Cgil e soprattutto per i nostri candidati che ci hanno messo la faccia”: Michele Greco, segretario generale della Flai Cgil dell’Umbria, commenta così il risultato delle elezioni per il rinnovo della Rsu alla Perugina Nestlè, una delle più importanti realtà produttive dell’Umbria e del settore alimentare a livello nazionale.
La Cgil si è infatti confermata primo sindacato all’interno della fabbrica di San Sisto con un risultato molto netto: 481 voti sugli 842 validi, pari al 57,1%. Molto alta anche la partecipazione complessiva al voto: 884 votanti su 1024 aventi diritto, pari all’86,3%.
La Flai Cgil elegge così 9 delegati sui 16 disponibili (4 sono andati alla Fai Cisl e 3 alla Uila Uil), con Luca Turcheria, coordinatore uscente della Rsu, che è risultato l’operaio più votato (ben 142 preferenze).
“Vince la Cgil, ma vince prima di tutto la partecipazione dei lavoratori, che danno una risposta chiara a chi vuole mettere da parte la rappresentanza e il sindacato – afferma Greco – Tra l’altro, la vertenza aperta poteva avere un effetto di scoraggiamento, al contrario – prosegue il segretario Flai – l’intera fabbrica si è compattata sulla posizione che come sindacato e come Flai in particolare abbiamo più volte esplicitato, quella contenuta nel ‘piano industriale degli operai’, che abbiamo messo alla base del nostro programma elettorale e che i lavoratori e le lavoratrici hanno pienamente accolto. Ora riprendiamo subito la nostra attività – conclude Greco – a partire dal Cae di Losanna che si tiene domani, consapevoli di avere una maggiore forza che ci deriva dall’appoggio dei lavoratori”.
“Da questa elezione arrivano segnali importanti – aggiunge Filippo Ciavaglia, segretario generale della Cgil di Perugia – In primo luogo una partecipazione massiccia dei lavoratori al momento di massima democrazia in fabbrica, l’elezione della rappresentanza sindacale. Un chiaro attestato della fiducia riposta nel sindacato e nella Cgil in particolare, importante anche in vista della difficile vertenza per il rinnovo del contratto nazionale. E poi, questo risultato manda un messaggio a tutta la comunità umbra: la Perugina è un patrimonio di valore inestimabile che va difeso e protetto con tutte le nostre forze. Noi, insieme a Cisl e Uil – conclude Ciavaglia – continueremo a farlo”.

Ufficio stampa Cgil Umbria

Comunicati stampa, News CGIL Umbria, Notizie Flai, slide