Poesie immigrate: al via la terza edizione del concorso

In Italia vivono oggi circa 5 milioni di stranieri immigrati ed il loro numero è destinato ad aumentare ogni anno. Grande è il loro bagaglio di esperienze e conoscenze culturali e etniche in particolare, al fine di valorizzare tale patrimonio culturale e per non soffermarsi in maniera esclusiva sulle problematiche che l’integrazione delle persone immigrate nel tessuto nazionale comporta.

Il Cesvol di Perugia e la CGIL

Bandiscono il concorso di poesia rivolto ad immigrati residenti sul territorio nazionale.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Possono partecipare al concorso persone immigrate residenti in Italia.

Le poesie ammesse devono essere in lingua italiana, possono essere edite o inedite. Le tematiche su cui devono vertere le poesie si riferiscono alla condizione delle persone immigrate in Italia, più specificatamente i temi da trattare sono i seguenti: terra, guerra, fame, nostalgia, esilio, amore.

Ciascun autore potrà inviare non più di 3 poesie, non è stabilito un limite massimo relativamente ai versi e alla lunghezza delle poesie.

SCADENZA

Le poesie dovranno pervenire entro il 31 Ottobre 2014.Farà fede il timbro postale indicante la data di invio.

SELEZIONE DELLE POESIE

La giuria sceglierà, a suo insindacabile giudizio e senza conoscere le generalità dei partecipanti i due poeti vincitori del concorso, un uomo e una donna, cui andrà un premio di € 200,00 messo a disposizione rispettivamente da Cesvol e CGIL.

Sarà inoltre stilata una graduatoria delle 30 poesie, unitamente a quelle dei due vincitori, da pubblicare in un volume dedicato al concorso.

PREMIAZIONE

La premiazione dei due vincitori del concorso avverrà nel corso di un incontro dedicato a  “Il ruolo del volontariato migrante nella costruzione delle politiche di coesione ed inclusione sociale” che si terrà prevedibilmente entro il mese di dicembre del 2014.

 

Si chiede a tutte le strutture della Cgil di dare massima diffusione alle informazioni sull’iniziativa e di affiggere in bacheca il regolamento.

——-

News CGIL Umbria, News Servizi