Pubblico impiego: il rinnovo del Ccnl utile anche per chiudere le vertenze umbre

Il 20 dicembre 2017 presso la Cgil Regionale dell’Umbria si è svolta la riunione del coordinamento regionale delle autonomie locali della Fp-Cgil dell’Umbria.
I lavori, presieduti dalla segretaria regionale Fp Cgil con delega alle autonomie locali Silvia Pansolini, sono stati aperti dalla relazione introduttiva della coordinatrice Regionale Fp-Cgil delle autonomie locali Patrizia Mancini che ha tracciato un quadro delle vertenze aperte in Umbria, partendo dal settore educativo del Comune di Perugia, passando a quella delle politiche attive del lavoro e del futuro dei centri per l’impiego del riordino istituzionale, delle comunità montane, arrivando al complesso confronto con i Comuni oggetto di piani di rientro (es. Terni, Orvieto).

La stagione della contrattazione decentrata (sottoscritti recentemente il contratto integrativo decentrato in giunta regionale, al Comune di Perugia, al consiglio regionale, all’Agenzia della forestazione, etc…..) e delle mobilitazioni a sostegno delle vertenze aperte (Province, Comune Perugia, etc) ha registrato un forte consenso di partecipazione e di adesione da parte delle lavoratrici e dei lavoratori (con punte elevate collocabili ai vertici nazionali) e ha visto la Fp Cgil sempre più protagonista grazie al prezioso lavoro delle delegate e dei delegati.

Il Coordinatore nazionale Autonomie Locali Fp-Cgil (denominate poteri locali alla luce dell’accordo sul riordino dei comparti) Alessandro Purificato ha fatto il punto sul rinnovo del contratto, ricordando la battaglia intrapresa dalla Fp-Cgil dai tempi della riforma Brunetta, e per riconquistare dopo anni il diritto al contratto.
Il confronto aperto a livelli nazionale sarà utile anche per potenziare i servizi pubblici, riqualificando il personale e superando il ricorso al lavoro precario, per garantire ai cittadini i servizi previsti dalla Costituzione (che abbiamo difeso da pseudo riforme reazionarie e antidemocratiche),
Pubblico fa bene e pubblico è meglio.
I fatti degli ultimi anni dimostrano che solo il servizio pubblico è garanzia di accesso per tutti e di universalità.

 

Fabrizio Fratini, segretario generale FP CGIL UMBRIA

Comunicati stampa, Notizie FP