Referendum Costituzionale: la Fiom di Terni organizza le “Giornate del NO”

I prossimi 16-17-18 novembre la Fiom di Terni organizzerà le “Giornate del No”, un’iniziativa volta ad illustrare ai lavoratori e alla cittadinanza le ragioni della contrarietà del sindacato all’ipotesi di revisione costituzionale che sarà sottoposta a referendum il prossimo 4 dicembre. L’iniziativa vedrà l’intero gruppo dirigente delle tute blu ternane impegnato in volantinaggi ed iniziative in tutti i luoghi di lavoro e nel territori, “finalizzate a favorire tra i lavoratori ed i cittadini la partecipazione al voto e le ragioni del NO al referendum costituzionale”. L’iniziativa è stata decisa dal comitato direttivo della Fiom Cgil di Terni che si è riunito giovedì 3 novembre presso la Camera del Lavoro.

Di seguito il testo integrale dell’Ordine del giorno approvato:

Il Comitato Direttivo della FIOM-CGIL di Terni, riunitosi in data 3 novembre 2016, oltre a ribadire e condividere quanto già espresso nel documento conclusivo del Comitato Centrale della FIOM-CGIL in merito a legge di stabilità, riforma pensioni e rinnovo del contratto, ritiene doveroso intensificare, nell’immediato, la propria iniziativa di solidarietà nei confronti delle popolazioni colpite dal terremoto.
Per quello che riguarda legge di stabilità, riforma delle pensioni e rinnovo del contratto nazionale possiamo tranquillamente affermare, nell’apprezzare alcuni elementi di novità, un giudizio complessivamente insufficiente che non va nella direzione da noi auspicata e che non risponde alle reali esigenze dei lavoratori.
In merito al terremoto, come già espresso nei direttivi precedenti, la FIOM-CGIL di Terni darà seguito alle iniziative promosse che vanno nella direzione di un aiuto economico a favore di quei territori e rinnova il proprio impegno a rendersi disponibile a qualsiasi iniziativa solidaristica e di supporto, a favore di quei territori, promossa dalla CGIL dell’Umbria.
La FIOM-CGIL di Terni, nel riconfermare le ragioni che ci convincono ad essere fermamente orientati nel votare NO al referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo, ritiene fondamentale intensificare la propria iniziativa affinché si affermi questo risultato per poi avviare un vero cambiamento nel nostro paese.
Come FIOM-CGIL di Terni con l’obiettivo di far prevalere il NO al voto referendario, pur non aderendo a nessun comitato al fine di preservare la nostra autonomia, promuoveremo nei giorni 16-17-18 novembre 2016 “Le giornate del NO” (una sorta di “No alla riforma days”) per illustrare ai lavoratori e alla cittadinanza le ragioni della nostra contrarietà all’ipotesi di revisione costituzionale. Le “giornate del NO” vedranno l’intero gruppo dirigente della FIOM-CGIL di Terni impegnato in volantinaggi ed iniziative in tutti i luoghi di lavoro e nel territorio ternano finalizzate a favorire tra i lavoratori ed i cittadini la partecipazione al voto per far prevalere il NO al referendum.
Come FIOM-CGIL di Terni, infine, riteniamo non di secondaria importanza l’esito sul referendum costituzionale anche in vista dei futuri referendum sul lavoro, per i quali la CGIL ha raccolto milioni di firme. Referendum attraverso i quali intendiamo modificare gli aspetti negativi introdotti dal JOB-ACT.

Terni, 4 novembre 2016

Fiom-Cgil Terni

Comunicati stampa, News cgil Terni, Notizie Fiom