Sdf: l’azienda rompe le trattative

Il giorno 18 dicembre 2012 presso la Confindustria di Terni si sono riunite le Segreterie Provinciali dei metalmeccanici, le RSU di SDF con la Direzione Aziendale in merito alla discussione del rinnovo del Contratto di Solidarietà per l’anno 2013.

Vista la situazione di crisi in cui versa l’ azienda le O.O.S.S. ritengono ancora utile e adeguato lo strumento del Contratto di Solidarietà e hanno formulato una proposta nella sua applicazione che non incida pesantemente sul salario dei lavoratori già compromesso da anni di riduzioni.

Le O.O.S.S. hanno richiesto l’applicazione del vecchio accordo rispetto al pagamento del gruppo di miglioramento non ancora elargito ricevendo un’eventuale disponibilità al pagamento per il 2013.

Rispetto alle richieste sindacali di minor impatto economico l’azienda ha chiuso ogni possibilità di dialogo.

Le O.O.S.S. di fronte a tale rigidità esprimono sdegno e disappunto e si riservano nel mese di gennaio di intraprendere eventuali azioni finalizzate alla salvaguardia salariale dei lavoratori.

Con questo atto l’azienda si è assunta la responsabilità dell’interruzione del tavolo negoziale quanto mai inoppurtuna e pericolosa anche nell’ottica della delicatezza della situazione in cui versa il Sito industriale ternano.

 

Comunicati stampa, News cgil Terni, Notizie Fiom