Silp Cgil: le proposte su formazione e aggiornamento professionale

Martedì 26 marzo, il SILP-CGIL ha partecipato alla riunione della Commissione Paritetica Provinciale, riguardo alle proposte per la “Formazione e l’Aggiornamento Professionale”, un momento fondamentale di confronto con l’Amministrazione, un importante strumento per tutti i Sindacati di avanzare riflessioni, critiche e promuovere suggerimenti costruttivi per tutti i colleghi sindacalizzati e non.

Ebbene in tale contesto è doveroso rimarcare l’assenza al tavolo delle proposte, anche di coloro che si “propagandano” tra i Sindacati più rappresentativi della Provincia; SAP – UGL Polizia di Stato – SIULP – COISP, che pur avendo designato “titolari” e “riserve” della odierna Commissione non hanno partecipato, lasciando i propri iscritti ancora una volta “SENZA NESSUNA VOCE!”.

Per quanto riguarda questa O.S., come si evince dal Verbale, che troverete anche affisso alle nostre bacheche, il SILP-CGIL ha avanzato in seno alla predetta Commissione alcune proposte concrete e basate su alcuni elementi;

1. dall’analisi di quella recente sentenza della Cassazione la nr.1031/2012, che vede negativamente coinvolti ed in modo definitivo, alcuni nostri colleghi per il decesso di un ragazzo;

2. dalla necessità di voler fornire a tutti gli operatori, direttive chiare ed univoche al fine di migliorare le condizioni operative e la sicurezza personale, favorendo anche la discussione sulla possibilità di dotare anche gli Agenti di Polizia di bombolette spray al Capsicum, cosi come già avviene per gli Agenti delle Polizie Municipali e Provinciali di alcuni Comuni e Provincie Italiane.

Quindi in linea con i programmi e le procedure ministeriali, abbiamo richiesto di reperire “ausili didattici”, da distribuire anche in formato elettronico, per consentire al personale di conoscere ed informarsi sulle tecniche di “autodifesa” afferenti il comportamento da tenersi in caso di identificazione di soggetti “agitati” e che comunque presentino “stati di anomalia a livello psichiatrico”.

Abbiamo richiesto di predisporre nel corso delle giornate dedicate alle tematiche di settore, specifiche lezioni di addestramento di “difesa personale” da realizzarsi “anche ricorrendo nel caso” agli Istruttori della Scuola di Spoleto, e realizzare così un diverso programma di insegnamento più “partecipativo” e “cooperativo” con lezioni teoriche e pratiche, facendo partecipare anche alcuni “esperti esterni”.

Abbiamo richiesto anche, di trattare un argomento per noi del SILP-CGIL importante come quello relativo alla “vittima del reato”, ossia quel “corretto approccio istituzionale”, da parte del personale della Polizia di Stato nei confronti di quei “malcapitati cittadini” che dopo aver subito la “violazione” della loro “sicurezza personale e/o patrimoniale”, si rivolgono al nostro quotidiano e responsabile impegno di “Difensori”, della cittadinanza e di quei valori civili e democratici del nostro Paese.

Prendiamo atto favorevolmente dell’accoglimento delle nostre proposte, ed attendiamo la prevista Circolare del Questore, per valutarne tempi e modalità!

Terni, 27 marzo 2013
La Segreteria Provinciale Silp Cgil Terni
Notizie Silp