Silp Cgil Terni: grande amarezza per i fatti di Roma

Come categoria della CGIL che rappresenta i lavoratori della Polizia di Stato e come cittadini di Terni, desideriamo esprimere la nostra amarezza per quello che ieri è accaduto a Roma, ma non solo.
La legittima protesta dei Lavoratori delle Acciaierie di Terni e di tutti i Lavoratori che stanno vivendo insieme alle proprie famiglie, in questo nostro Paese, momenti di delusione, disperazione e rabbia, per la giusta rivendicazione del posto di lavoro, non può e non deve trovare, la contrapposizione degli operatori di Polizia, altri lavoratori che in questi stessi giorni rivendicano le loro problematiche condizioni, allo stesso Governo Renzi, sarebbe solo una follia, una inarrestabile sciagura sociale.
Ma in un momento cosi difficile, dove amarezza e rabbia si mescolano al dolore delle manganellate di Roma, qui a Terni con grande professionalità, sensibilità ed il dovuto rispetto per altri cittadini in grave difficoltà, la comunità dei Poliziotti di Terni, da più di un mese, e non da sola “mezza giornata”, si è affiancata agli operai dell’ AST, alle Organizzazioni Sindacali, alle famiglie della nostra città accompagnandoli nei loro momenti di rivendicazione e di protesta, di attesa e di rabbia, di giorno e di notte, con grande senso di responsabilità cercando di portare a termine il difficile compito che ci è stato affidato, il mantenimento dell’Ordine Pubblico, con il prezioso aiuto di tutti, Operai e Rappresentanti Sindacali, della Comunità intera.
Per questo motivo ringraziando tutti i colleghi di Terni, impegnati in questa lunga e faticosa vertenza, auspichiamo in una rapida quanto positiva evoluzione della trattativa, con la riapertura del confronto e la stesura di un nuovo piano industriale che permetta alla nostra “Acciai Speciali Terni” di continuare a vivere, e noi con essa.

La Segreteria Provinciale SILPCGIL

Comunicati stampa, News cgil Terni, Notizie Silp