Spi Cgil Terni: approvare subito lo Ius soli

Il direttivo provinciale dello Spi Cgil di Terni, riunitosi in data 6 ottobre 2017, chiede l’approvazione, in tempi rapidi, da parte del Parlamento italiano della legge di riforma della cittadinanza, più comunemente nota come “Ius soli”.
Essa rappresenta, per un Paese che si ritiene civile e democratico, un atto di civiltà che non può essere derubricato o rimandato per un mero calcolo di numeri o per la paura di perdere consensi.
I populismi e le paure si vincono solamente con uno stato di diritto che sia allo stesso tempo solidale, civile, tollerante e aperto.
Le intense migrazioni di questi mesi, gli sbarchi di migliaia di disperati sulle nostre coste, nulla hanno a che vedere con quanto sopra.
Oltre 1 milione di bambini e bambine, di ragazzi e ragazze, nati in Italia, che vivono nel nostro Paese e che quotidianamente frequentano le nostre scuole accanto ai nostri figli e nipoti, attendono di essere riconosciuti, innanzitutto come persone.
Lo Spi provinciale di terni è quindi accanto a tutti quelli, istituzioni – associazioni – singoli – intellettuali, che si battono per garantire un diritto sacrosanto a centinaia di migliaia di persone, colpevoli solo di avere il colore della pelle diverso dal nostro.

Terni, 09.10.17
 

Comunicati stampa, News cgil Terni, Notizie SPI