Terni, la Fiom si prepara allo sciopero generale

Il Voto alla Mirafiori di Torino ha evidenziato quanto sia impraticabile il progetto Marchionne, teso a Cancellare la Democrazia e i Diritti. Voto che ha espresso forte contrarietà nei reparti produttivi, qui reparti cioè aggrediti dall’accordo peggiorativo delle condizioni di lavoro.

La FIOM-CGIL di Terni ritiene improponibile l’idea che la modernità preveda lo scambio lavoro – diritti. Si contesta inoltre il modello aziendale dell’uomo solo al comando, dove la partecipazione dei lavoratori, attraverso la libera scelta della rappresentanza, sia un ostacolo alla produzione.

La FIOM-CGIL di Terni ritiene fondamentale costruire percorsi aziendali partecipati con responsabile e coinvolgente azione dei lavoratori. Attenzione e solidarietà vanno ai lavoratori che hanno espresso la loro contrarietà in un contesto difficile e ricattatorio, per questo sarà importante garantire il diritto a scegliersi chi dovrà rappresentarli.

La FIOM-CGIL avrà la forza per rappresentarli.

Per queste ragioni e per la difesa del Contratto Nazionale sono indette per il giorno 28 Gennaio 2011  8 ore di sciopero nazionale dei metalmeccanici con manifestazione regionale a Perugia.

La FIOM-CGIL per il giorno 21 gennaio 2011 ha convocato il direttivo provinciale della categoria, e alle 12.00 presso la sala riunioni della CGIL, Via San Procolo, 8, terrà una conferenza stampa.

Fiom Cgil Terni
news, News cgil Terni, Notizie Fiom