Trafomec, no ad azioni unilaterali

Le Segreterie Provinciali FIOM-CGIL, FIM-CISL e UGL, la RSU TRAFOMEC intendono stigmatizzare l’atteggiamento fin qui avuto dalla direzione aziendale.

Il 31 maggio 2011 si è tenuto presso la Regione dell’Umbria un tavolo Istituzionale con l’assessore Rossi nel quale tutti i soggetti partecipanti – direzione aziendale, sindacati, enti locali – si sono impegnati a costruire un percorso teso a salvaguardare le condizioni produttive, lavorative, occupazionali della TRAFOMEC S.p.a..

In quell’occasione l’azienda, sollecitata da tutti, si è assunta l’impegno di presentare un progetto industriale – entro la fine di giugno – per mettere in sicurezza il sito produttivo di Tavernelle.

Tale disponibilità è stata giudicata importante da tutti i soggetti, in quanto i problemi di questa azienda, necessitano di un protagonismo e vere volontà da parte di tutti.

Le iniziative unilaterali hanno il solo scopo di creare forti allarmismi, e non sono finalizzate a mettere in atto un confronto vero e alla luce del sole.

La lettera consegnata a tutti i lavoratori è un’iniziativa al di fuori delle normali relazioni industriali, ed un tentativo per ricercare obiettivi aziendali incomprensibili, fuori dall’idea di rilancio che deve partire dal progetto industriale e non viceversa.

Una lettera che ridisegna l’azienda nell’organigramma, nella chiusura/accorpamento di alcuni reparti ed evidenti processi di terziarizzazione che mostrano di un tentativo maldestro di “fare da soli”.

Riteniamo le normali relazioni industriali e il tavolo istituzionale convocato dalla Regione Umbria nella persona dell’assessore Rossi come passaggio obbligatorio dove discutere seriamente un piano di rilancio e un progetto industriale che sia credibile e che dia nuove prospettive alla TRAFOMEC S.p.a..

Consideriamo provocatorie e inutili al fine di salvaguardare il sito produttivo di Tavernelle – centrale e strategico per il territorio – tutte le iniziative che unilateralmente la direzione aziendale ha messo fin qui in atto e per tanto chiediamo con forza la prosecuzione del confronto avviato presso la Regione Umbria.

Tavernelle, 27 giugno 2011

RSU TRAFOMEC
FIM-CISL A. Pierotti
FIOM-CGIL S. Pampanelli
UGL M. Maggi
Comunicati stampa, News cgil Perugia, Notizie Fiom