Vittime del lavoro: riparte il fondo di solidarietà

Il Fondo di solidarietà per le famiglie delle vittime sul lavoro, istituito nel 2008 con legge regionale, sulla scia dell’immane tragedia di Campello sul Clitunno, è ormai da tempo a secco, a causa dei mancati versamenti da parte di gran parte dei soggetti che avrebbero dovuto alimentarlo insieme alla Regione (che versa 100mila euro all’anno), ovvero le associazioni datoriali, i sindacati, ma anche gli amministratori pubblici che avrebbero dovuto contribuire con un gettone.

Di qui, l’esigenza di rilanciare questo strumento di solidarietà verso i familiari delle vittime del lavoro, esigenza ribadita dal tavolo delle parti sociali che si è riunito lunedì 7 novembre e che ha prodotto una serie di scelte concrete per andare in questa direzione.

“Abbiamo deciso di rilanciare con forza il fondo – spiega Vasco Cajarelli, segretario regionale della Cgil dell’Umbria – e di farlo partendo dall’intervento degli enti bilaterali, alcuni dei quali hanno già versato il proprio contributo (Fimila ed Ebrau). Oltre a questo – aggiunge il segretario – abbiamo anche deciso di avviare una raccolta fondi consistente, tramite un versamento di 5 euro, trattenuti in busta paga ad ogni lavoratore del settore privato (nel pubblico impiego il meccanismo non è attuabile), con il sistema del silenzio assenso. La cifra raccolta in ogni azienda sarà poi raddoppiata dall’impresa”.

Una “una tantum” cospicua che servirà a colmare il deficit del fondo (che è indietro di 12 morti, ovvero a 12 famiglie di vittime sul lavoro non è stato dato alcun contributo), ma “soprattutto a sopperire – sottolinea ancora Cajarelli – ad un intervento pubblico assolutamente insufficiente, nonostante la buona salute delle casse dell’Inail. Il tutto – conclude il sindacalista – mentre le morti sul lavoro nella nostra regione tornano preoccupantemente a salire (nel 2011 abbiamo già raggiunto lo stesso numero del 2010) mentre l’attenzione verso il fenomeno è assolutamente troppo bassa”.

Allo scopo di avviare una campagna informativa in tutti i luoghi di lavoro sulle novità e sul contributo di 5 euro, la Cgil dell’Umbria organizzerà il prossimo 16 novembre alle ore 9.30 presso la sala Conti della sede di Perugia una riunione con tutte le strutture.

Comunicati stampa, News CGIL Umbria